Al via il girone di ritorno. Olimpia Basket Matera nella tana del Formia

Comunicati stampa

11.01.2020

Virata la boa del campionato di basket di serie B in seconda posizione, l’Olimpia Basket Matera inaugura domani la seconda tornata con la trasferta sul parquet del Formia, per affrontare la squadra laziale che occupa la quartultima posizione in classifica a quota 10 punti. Sulla carta un impegno che può apparire alla portata di capitan Pasquale Battaglia e compagni, reduci dalla nona vittoria consecutiva, conquistata sulla capolista Palestrina, che ha consegnato la qualificazione alla final eight di Coppa Italia. Tuttavia, il gruppo biancoblù è consapevole però delle numerose insidie che la trasferta in terra laziale comporta. “Affronteremo una squadra in lotta per la salvezza, e che come tale dovrà cercare di ricavare più punti possibile nelle gare interne – mette in guardia coach Agostino Origlio -. Sicuramente, come tutte le nostre avversarie, vorrà interrompere la nostra striscia vincente, ma al di là di questo aspetto nel girone di ritorno dobbiamo essere consapevoli e attenti al fatto che tutte le rivali avranno meno tempo per il raggiungimento del loro obiettivo, specie per quelle di bassa classifica. Noi arriviamo a questo match nel modo migliore possibile, forti di una striscia significativa e gratificante, con l’accesso alla fase finale di Coppa che ci ha dato una ulteriore spinta. Insomma, una continuità di risultati che ci rafforza e ci dà entusiasmo e certezze in più. Bisogna fare ora attenzione ai cali di tensione ed essere pronti dal punto di vista mentale”.

Non sarà un compito facile per il quintetto materano violare il campo di Scauri, dove gioca le gare interne del Formia, che certamente ha cambiato volto e modo di giocare rispetto a quella vista a Matera all’esordio. “Rispetto all’andata, quando ci misero in grossa difficoltà, la squadra laziale si è rafforzata con l’arrivo di Melchiorri, che ha allungato le rotazioni tra gli esterni, ha sempre un punto di riferimento importante in attacco come Longobardi, e produce molti punti, procurandosi tanti tiri liberi. Poi il campo di Scauri è difficile e complicato, quindi non sarà facile”, osserva Origlio, che ha recuperato Gints Antrops dal problema alla schiena che lo ha tenuto fuori col Palestrina.

Palla a due alle 18.