Giacomo Sereni firma per l’Olimpia Matera

Ala-pivot d’esperienza del 1984, proviene dal Barcellona. Treviso, Venezia, Reggio Calabria tra le tappe della sua carriera, iniziata nel 2001. Antonio “Titto” Carone designato assistant coach di Agostino Origlio.

Il veneziano Giacomo Sereni, nato a Padova il 21 aprile 1984, ala-pivot di 198 centimetri, è il nuovo acquisto dell’Olimpia Matera per il Campionato Nazionale di Pallacanestro di serie B 2018/2019.

Nel biennio 2001-2003 ha giocato giovanissimo a Treviso in serie A, conseguendo in tutto 13 convocazioni e partecipando alla vittoria dello scudetto in entrambi i campionati. Successivamente, dal 2005 al 2017 ha preso parte ai tornei di serie differenti – da A dilettanti a B, DNB e DNC – vestendo le casacche di Riva del Garda, Venezia, Patti, Barcellona, Reggio Calabria, Lucca, Messina e Catanzaro. È stato anche convocato nelle Nazionali Under 18 e Under 20.

Nella scorsa stagione ha giocato tutte le 30 partite della regular season nel Barcellona – arrivato primo nel girone D della stessa serie – realizzando 273 punti, con medie di realizzo del 61% nei tiri da due, 37% in quelli da tre e 81% dalla lunetta. Ha partecipato inoltre alle gare di Coppa Italia ed ai Play Off, che la squadra siciliana ha perso in finale con il Cassino – stesso ostico avversario dell’Olimpia, che l’aveva incontrato negli ottavi della stessa fase.

“Sono felicissimo ed onorato di aver ricevuto anzitempo la proposta della società sportiva, di cui ho sentito parlare benissimo tra i miei colleghi. Ho fatto una lunga e positiva chiacchierata con coach Origlio, e mi sono trovato perfettamente d’accordo con le sue idee. Di Matera conosco l’ambiente, avendoci giocato diverse volte ai tempi della B1, so che il Palasassi è un campo “caldo” e tutta la città vanta una tradizione di basket storica e autentica. A maggior ragione, quest’anno sarà davvero importante per le connessioni turistiche e culturali di questa bellissima città, per cui anche noi faremo di tutto per distinguerci per qualità di gioco, entusiasmo e risultati.”

“L’entusiasmo con cui i nuovi giocatori accolgono il nostro invito a giocare nell’Olimpia è estremamente contagioso.” – commenta il vicepresidente dell’azienda materana, Rocco Luigi Sassone – “La reputazione della nostra società sportiva, insieme all’unicità di Matera e delle persone che l’animano, rappresentano la condizione di partenza ideale per intraprendere una sfida sempre nuova e convincente”.

Intanto, un’altra tessera importante trova collocazione nel mosaico dell’organizzazione Olimpia: Antonio “Titto” Carone, infatti, è stato designato assistant coach di Agostino Origlio, riformando un duo che ha lavorato insieme a Valmontone nel campionato 2016/2017. Carone non è nuovo nell’ambiente materano, poiché ha coadiuvato i coach Giulio Cadeo, Luigi Gresta e Ciccio Ponticiello nel campionato di A2 2015/2016. Classe 1989, laureato in Scienze Politiche, nello scorso campionato Carone ha svolto lo stesso ruolo a Salerno, affiancando gli allenatori Paternoster e Menduto (quarti dopo la regular season, giunti in semifinale play off con San Severo).

Commenti

Ultime Notizie

Olimpia Matera batte Napoli e mantiene il primo posto in classifica

12-11-2018
Sesta vittoria in sette partite, in un match condotto dal primo all’ultimo istante (76-58). Pasquale Battaglia miglior realizzatore dei materani con 19 punti. Vincono tutte le formazioni del quintetto al vertice. Dall’inizio del campionato di Serie B “Old Wild West”, sono sei volte in sette gare che l’Olimpia Basket Matera si libera di un avversario […]